Street Art Silos

Cultura, Gallerie e luoghi d’Arte
Via Domenico Tempio - 95121 Catania

    Da visitare assolutamente per apprezzare la street art a pochi passi dai monumenti barocchi.

    Nell’ambito del festival iART, in collaborazione con il Comune di Catania e con il supporto dell’Accademia Belle Arti di Catania, il porto della città di Catania si è trasformato, diventando luogo d’arte a cielo aperto.

    Dal 21 giugno 2015 i vecchi silos, costante presenza per la città, sono stati abilmente trasformati da otto artisti internazionali, che hanno così donato alla città di Catania un grandioso monumento del XXI secolo.

    Le opere non sono semplici rappresentazioni grafiche ma mostrano un racconto contemporaneo che trae spunto dalle tradizioni siciliane. Comune denominatore delle opere d’arte realizzate è costituito, infatti, dai miti e dalle leggende, raccontati dal punto di vista degli artisti.

    È possibile quindi ammirare Colapesce che, accortosi dell’aumento del peso della Sicilia, risale a galla e assiste agli sbarchi dei clandestini. O ancora, le bella e colorata musa di Bellini, la fuga di Ulisse da Polifemo, il moto perpetuo di Scilla e Cariddi, o il Minotauro.

    Introspezione, influenza dello stile urban, fascino per il geometrico e per i colori forti, ricerca di linguaggio unico, improvvisazione, curiosità per l’invisibile, ogni artista è caratterizzato da elementi percepibili nelle opere che espongono al mondo.

    Questi i nomi degli artisti coinvolti, che con il loro stile e linguaggio particolare hanno lasciato un segno della loro arte a Catania: Okuda e Rosh333 (Spagna), Microbo, Bo130, Danilo Bucchi e VladyArt (Italia), il duo Intersni Kazki (Ucraina).

    E sul fronte mare, l’artista portoghese Vhils ha realizzato il più grande ritratto al mondo. Uno sguardo sul mare che ricopre gli otto silos.