Anfiteatro Romano

Cultura, Monumenti
Piazza Stesicoro - 95100 Catania
095 7472268

Martedì a Domenica dalle ore 9,00 alle 13,30 / dalle ore 14,30 alle 17,00
Chiuso Lunedì

Ingresso gratuito

Uno squarcio dei resti dell’Anfiteatro romano è visibile al centro di Piazza Stesicoro.

La data di costruzione è incerta: si presuppone che sia stato completato durante il II secolo d. C.  È certo, invece, come attestano gli storici, che già al tempo di Teodorico (494 – 526 d.C.) l’anfiteatro era in stato d’abbandono, e che i catanesi chiesero all’imperatore il permesso di utilizzarne le pietre come materiale di costruzione.

Il grandioso monumento romano, secondo per grandezza solo al Colosseo, dovrebbe avere una circonferenza esterna di circa 300 metri, ed è quasi totalmente coperto dalle moderne costruzioni. La grandiosità del monumento è percepibile dai resti delle mura visibili in due traverse della via Manzoni, infatti, le fondamenta si sviluppano fino alla via Penninello.

I lavori per riportarne alla luce i resti, visibili da Piazza Stesicoro, furono iniziati solo nel 1903 per volere del sindaco Giuseppe De Felice. Il monumento “sotterraneo” è ben conservato e visibile, affacciandosi da Piazza Stesicoro, sotto il manto stradale. Fonte di materiale edilizio anche per il re Ruggero, nel 1091, la pietra lavica dell’anfiteatro fu usata per la costruzione della Cattedrale di Sant’Agata e la realizzazione dell’antica cinta muraria.